Settimana Santa a Trapani

Martedì Santo

MADRE PIETA' DEI MASSARI

In questo giorno ufficialmente a Trapani iniziano i riti che ci porteranno al cloù del Venerdì Santo con la Processione dei Misteri.
Dalla Chiesa delle Anime Sante del Purgatorio puntuale come un orologio svizzero esce in Processione l'effige della Madre Addolorata, e più precisamente un quadro dipinto, incastonato in una splendida e splendente cornice in argento, che sormonta una "vara" come avviene nei gruppi dei Misteri. 
La Madre Pietà dei Massari, curata dalle cinque famiglie Trapanesi eredi del Piano San Rocco, (antico quartiere situato nei pressi dell'odierna Piazza Lucatelli in Trapani nel cuore della città vecchia). Mi piace ricordare i nomi delle cinque famiglie che sono tutt'oggi: la Famiglia Lombardo - la Famiglia Cordaro - la Famiglia Mistretta e in ultimo ma non le meno importanti la Famiglia Di Bella e Mazzeo. Si apprende quasi certamente che l'opera pittorica fu realizzata nel 1812, ma non conosciamo l'autore dell'opera stessa.
Viene denominata Pietà dei Massari perchè la Sacra immagine era curata da uomini che compivano lavori pesanti, duri faticosi, da questo venne il nome "Massari" si hanno tracce di questa "Congregazione"  intorno al 1775 dedicata principalmente al loro Santo protettore Cristoforo con sede presso la Chiesa di San Rocco nei pressi di Via Turretta. Ufficialmente non è certa la prima apparizione in Processione di questa Sacra icona, ma si conosce che le prime Processioni presero il via dalla Chiesa si S. Spirito passando per la Chiesa di San Rocco. Successivamente dalla Chiesa di San Francesco d'Assisi, dalla Chiesa dell'Immacolatella, S.S. Sacramento, Chiesa di San Giuseppe (Via Garibaldi) e infine Chiesa del Collegio. Solo alla fine degli anni '80 la Sacra Icona esce e viene custodita nell'attuale Chiesa delle Anime Sante del Puragatorio. Si pensa che questa Processione uscisse il Mercoledì Santo e non il Martedì, infatti il Vescovo Mingo nel 1956 ordinò che le Processioni della Settimana Santa uscissero con un giorno di anticipo. Oggi la Processione della Madre Pietà dei Massari si snoda soltanto per le vie antiche di Trapani, come detto in precedenza esce dalla Chiesa delle Anime Sante del Purgatorio alle ore 16,00. La Processione soli in serata raggiunge Piazza Lucatelli, dove le Famiglie del Piano San Rocco ogni anno preparano una cappella, ove sosterà l'intera notte vegliata dai fedeli e dalle donne delle cinque famiglie. Solo la sera del Mercoledì Santo la Madre Pietà, uscirà nuovamente dalla cappella per far rientro alla mezzanotte della stessa giorna nella Chiesa del Purgatorio. Da ormai tantissimi anni, il quadro viene seguito in Processione dal corpo bandistico "Città di Paceco". Questa Processione soprattutto negli ultimi anni, è davvero impeccabile, composta e quasi il tutto sembra surreale fatto di silenzi e preghiere di marce struggenti ma anche e soprattutto di una particolare passione che coinvolge soprattuto le cinque famiglie del Piano San Rocco.

Mercoledì Santo

MADRE PIETA' DEL POPOLO

Il Mercoledì Santo è la volta della Madre Pietà del Popolo che è curata dal Ceto dei Fruttivendoli. Fino a poco tempo fa, il quadro raffigurante la Madre Addolorata, usciva dalla Chiesa dell'Addolorata sita in Corso Vittorio Emanuele. La Processione anch'essa si snoda per le vie della città "vecchia", e l'orario di uscita è ogni anno previsto alle ore 14,00. Successivamente man mano si snoda la processione, l'effige raggiunge Piazza Lucatelli, dove per tutta la nottata è stata vegliata la Madre Pietà dei Massari. Da li avviene un piccolo momento di preghiera e uno scambio di cero tra gli esponenti delle rispettive icone Sacre. Questo simboleggia la stima e collaborazione tra i due "ceti". E' dubbia la data di realizzazione dell'opera, ma si sa per certo che nei primi anni di questa processione fu la confraternita di Sant'Anna a guidarla, con sede proprio nell'omonima chiesa di Sant'Annella, nei pressi dell'odierna Piazza Jolanda. Da tanti anni la Madre Pietà del Popolo è seguita dal corpo bandistico della "Città di Trapani".

Giovedì Santo

Il Giovedì Santo oltre all'antico rito dei Sepolcri per la Città di Trapani, è una giornata particolare è una Città in fermento, l'aria che si respira è satura d'attesa, di ansia e soprattutto di speranza che l'indomani possa esserci un discreto tempo per far si che tutto possa compiersi con la Processione dei Misteri. La Chiesa delle Anime Sante del purgatorio si "trasforma" in un cantiere, dove migliaia di persone accorrono durante tutta la giornata, ma anche nelle ore più buie, alla cosidetta "vistuta ri mistere", assistono i vari consoli dei gruppi Sacri alla collocazione degli argenti, dei suppellettili e dei drappi. Scrutano con attenzione la realizzazione degli addobbi floreali dei vari maestri fiorai, ma anche alle prove dei massari che l'indomani porteranno in spalla per le vie cittadine i venti gruppi che compongono la processione dei Misteri di Trapani. Da qui inizia tutto con ogni minimo scrupolo e attenzione e soprattutto con tutta la Passione.